Un trattore al Benin, motore per lo sviluppo

trattore benin bidese

Un trattore per coltivare ortaggi, frutta e cotone in Benin. È il semplice, concreto, importante contributo che un’azienda di Arco fa partire già venerdì alla volta del Benin con progetti mirati allo sviluppo agricolo e all’integrazione di migranti attualmente residenti in Italia.

Il donatore del mezzo – un Same 100 cv – è il fabric store Vivaio Tessile di Andrea Bidese, ricevuto dal presidente del Consiglio provinciale, Bruno Dorigatti. L’imprenditore è arrivato assieme a Filippo Degasperi, segretario questore, che ha presentato l’ospite. Con Bidese c’era anche un giovane migrante nigeriano, Stephen David, che ha cominciato a lavorare con l’azienda arcense e a collaborare con il progetto “Un trattore per l’Africa”.

trattore progetto benin

Bidese sta sviluppando da un lato il proprio ambizioso piano aziendale, mirato alla commercializzazione su ampia scala di prodotti tessili organici e sostenibili; dall’altro questo obiettivo di concorso all’auto-sviluppo della terra africana. L’idea è di inviare due trattori all’anno in Benin – allargando anche la rete dei supporter qui in Italia – e di far decollare in loco un’attività agricola capace di produrre reddito, autonomia e benessere.

Il presidente ha elogiato convintamente questo sforzo, che – ha detto – sembra davvero andare nella direzione giusta: il problema dei migranti si risolve creando nei Paesi poveri occasioni vere di lavoro e di sviluppo economico.


DETTAGLI DELL’INIZIATIVA

Leggi la notizia sul sito ufficiale del Movimento 5 Stelle >>> cliccando qui <<<
Leggi il comunicato stampa del Consiglio Provinciale PAT >>> cliccando qui <<<