TAGLI ALLA SANITA’: L’ASSESSORE NON SA FAR MEGLIO CHE LEGGERE IL COMUNICATO STAMPA

Chiediamo conto in aula dei tagli al bilancio della sanitá pubblica trentina ma ci viene risposto con il comunicato stampa e con la richiesta di non parlare di “tagli” ma di “efficientamento”. E dove si dovrebbe operare con l’efficientamento? Ce li dice proprio l assessora:
1) rete ospedaliera ovvero nelle strutture sanitarie di valle
2) fondi di risultato per il personale su cui “risparmiare” e “ridurre in percentuale”
3) farmaci oncologici…
4) sale operatorie “ibride”, visto che a Cavalese il meccanismo funziona come un orologio…
e naturalmente non si poteva tralasciare il piano triennale del fabbisogno del personale.
Mentre Arco attende il punto nascite e la nuovissima neurochirurgia promessa dall’assessore, mentre Borgo Valsugana e Tione aspettano il punto nascita i soldi per l’APSS non ci sono. Misteri.

 

 

 

Guarda il mio intervento ripreso dai media sulla nota inerente i mega taglia alla sanità pubblica trentina 

Leggi la lettera aperta dell’ Ordine Medici e Ordine Infermieri di Trento inviata all’Assessore Segnana