Nuovo svincolo a Trento nord: uno snodo cruciale non solo per il traffico

Il 4 aprile si è svolta la cerimonia di consegna “virtuale” dei lavori del futuro svincolo a Trento nord a servizio della tangenziale e dell’Interporto dal costo complessivo previsto di quasi 31 milioni di
euro leggi qui l’articolo Via libera al nuovo svincolo di Trento nord. L’impresa aggiudicataria è Emaprice spa società con sede legale a Bolzano in piazza Walther 22 e diverse altre sedi sparse tra il Veneto e l’Austria. Progettista dell’intervento per conto di Emaprice spa è l’ing. Konrad Bergmeister E’ attorno alla società che si sviluppa un curioso reticolo di relazioni che ha come altro snodo lo stesso progettista appena richiamato.
L’ing. Bergmeister riveste oggi due prestigiosi incarichi per tramite dei quali risulta in costante rapporto proprio con Emaprice spa: quello di presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Bolzano vedi organigramma Fondazione Caribz e quello di amministratore di nomina austriaca di BBT SE vedi organigramma BBT SE .
Del tutto casuale che sarebbe proprio la Fondazione Cassa di Risparmio, presieduta dall’ing. Bergmeister ad aver messo a disposizione di Emaprice l’immobile indicato come sede legale a Bolzano
in piazza Walther 22.
Emaprice inoltre risulta abbondantemente coinvolta nei cantieri del tunnel di base del Brennero gestiti da quella BBT SE amministrata dall’ing. Bergmeister.
Nello scorso febbraio, a titolo di esempio, Emaprice ha ripreso i lavori nel cantiere BBT con la realizzazione del lotto di costruzione “Nuova viabilità di accesso Riol”, opere che hanno la finalità di
realizzare un nuovo collegamento tra la SS12 e la futura area di emergenza a servizio della Galleria di Base del Brennero, sita in prossimità del portale sud.
Senza dimenticare che l’opera di Trento nord è finanziata per 12 milioni di euro da A22, società di cui l’ing. Bergmeister è stato direttore tecnico dal 1998 al 2006 che, come noto, ha usufruito dei
servizi del professionista o dei membri del suo studio con una frequenza statisticamente significativa e che, secondo fresche indiscrezioni della stampa, potrebbe avere proprio nell’ing. Bergmeister
il prossimo amministratore delegato.
I rapporti in essere tra Fondazione Caribz, BBT SE, Emaprice spa e ing. Bergmeister non possono, nel profano, non far sorgere qualche perplessità circa l’esistenza di un conflitto di interesse magari anche potenziale. Che poi Emaprice spa individui proprio nel progettista di Varna colui al quale affidare la progettazione del nuovo svincolo tra tangenziale di Trento e Interporto non può che rafforzare queste perplessità.

Qui il testo della mia interrogazione

 

Quotidiano Alto Adige