Medicina territoriale: nebbia fitta e nessuna risposta dall’assessore

aft medicina territoriale

La medicina territoriale è strategica per offrire, specie in zone con le caratteristiche orografiche del Trentino, quei servizi essenziali indispensabili per non sentirsi discriminati.

Dal 2013 vige un accordo tra Provincia, APSS e medici per avviare, sulla base di precise caratteristiche, le cd aggregazioni funzionali, ovvero centri di servizio sanitario H24, utili soprattutto a compensare il costante impoverimento dei presidi ospedalieri. Fino ad oggi, nonostante gli impegni, quasi nulla è stato fatto. Della medicina territoriale non si trova traccia nella relazione programmatica del nuovo presidente della Provincia. Con un ordine del giorno abbiamo provato a stimolare la maggioranza a muoversi anche per prevenire iniziative gravi come il recente sciopero dei medici di base.

La replica dell’assessore competente,che vi invito ad ascoltare, è illuminante per rendersi conto con chi abbiamo a che fare.


DETTAGLI DELL’INIZIATIVA

Leggi la notizia sul sito ufficiale del Movimento 5 Stelle >>> cliccando qui <<<