L’AUTORITA’ GARANTE DELLA CONCORRENZA VUOLE CHIAREZZA SULLE CONSULENZE DELLA FEM

Interviene l’ Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato contro la Fondazione Edmund Mach (FEM) invitandola alla separazione dell’attiva precipua quale la formazione, la ricerca ed il trasferimento tecnologico in campo agricolo, agroalimentare e ambientale dall’attività secondaria – stimata in 1/5 del fatturato – di consulenza alle imprese agricole trentine.

L’autorità Garante ha inteso sottolineare che seppur la FEM rimane un ente non a scopo di lucro, primario per il ruolo socio economico in ambito agricolo, l’opportunità di fornire servizi di consulenza alle imprese agricole trentine, crea una posizione di vantaggio rispetto agli altri operatori di mercato godendo di dotazioni di varia natura ed entita, a condizioni sensibilmente più favorevoli di quelle applicate ai possibili diretti concorrenti.

Presupposto di quanto sostenuto dall’ Autorità Garante la disciplina comunitaria in materia che invita la FEM a strutturarsi in modo che limitatamente ai servizi di consulenza sia società apposita indipendente dalla Fondazione così che i presupposti vantaggi vengano a cessare.

Abbiamo depositato l’interrogazione allegata al link

Bollettino 18/2019

Quotidiano Trentino 08 05

Quotidiano Corriere del Trentino 08 05