L’ASSEDIO DEGLI ALTIPIANI

Da anni gli altipiani cimbri e della Vigolana sono assediati dal traffico parassitario di autotreni e autoarticolati che utilizzano le strade di montagna come convenienti scorciatoie per raggiungere l’A22 dal Veneto.
Oltre a questioni ambientali l’utilizzo improprio pone pesanti interrogativi sulla sicurezza. La cronaca ci riporta le conseguenze di banali verifiche effettuate dalle Forze dell’Ordine (leggi qui l’articolo del quotidiano web “il Dolomiti) ma è sufficiente frequentare le località coinvolte per rendersi conto dei rischi che corre chi incrocia questi bisonti lungo la strada della Fricca e le sue diramazioni.

Nulla di fatto dal Centrosinistra che ha governato venti anni che adesso però chiede alla Lega cosa intende fare. Evidentemente nella speranza che concluda qualcosa in più rispetto al nulla della coalizione bianco-rosa-verde che l’ha preceduto.

Noi spingiamo almeno per avviare un massiccio programma di controlli sui mezzi pesanti. Azione che si può mettere in campo a prescindere dalla discussione in aula della nostra mozione (leggi qui il testo).

Perché il Trentino non è un corridoio di servizio.

Qui l’articolo  del quotidiano “il Dolomiti” relativo alla mozione depositata.