GLAS VETRO: L’ASSESSORE SMENTITO DALL’IMPRENDITORE

Quella della vicenda di Glas Vetro Alpin srl e del possibile subentro di Predari Vetro Spa appare sempre più come una presa in giro per tutti gli attori coinvolti, non solo, e per primi, i lavoratori della storica impresa, ma anche coloro che si erano impegnati a trovare una soluzione che potesse garantire continuità produttiva – per l’impresa – ed occupazionale per i 25 dipendenti Glas Vetro Alpin.

Le sole dichiarazioni mezzo stampa, relative alle azioni messe in atto per garantire la continuità dell’impresa e l’occupazione dei dipendenti, sembrerebbero in parte smentite dalla stessa Predari Vetri S.p.a. che per mezzo del suo legale sconfessa l’Assessore: “abbiamo messo in campo Trentino Sviluppo per fornire assistenza e instaurare un dialogo con l’azienda lombarda, ma alla fine abbiamo capito che l’interesse iniziale era venuto meno”. L’azienda chiede l’istituzione di un tavolo di lavoro nel quale verificare i reali possibili scenari e la Provincia risponde con due telefonate a distanza di sei giorni una dall’altra.

Il risultato? “Tra le decine di capannoni vuoti” di proprietà della Provincia nemmeno uno sembra sia stato offerto a Predari.                                                                                                                      Forse un agente immobiliare avrebbe saputo gestire meglio la vicenda.

Al link l’interrogazione GLAS VETRO ALPIN SRL: “decine di capannoni” in pancia alla Provincia ma nessuno per Predari Vetro spa

 

 

ph Giornale Trentino