#FOLGARIALEAKS: una gestione “vittima di logiche di spartizione a sfondo soggettivo”?

folgaria passo coe

Folgaria Ski è una società con il 42% delle azioni in mano pubblica. L’impegno finanziario della Provincia negli anni ha superato i 100 milioni di euro (solo nel 2018 quasi 2 milioni per il bacino di innevamento di Passo Coe). La relazione SEGRETA di cui siamo entrati in possesso, predisposta dal consigliere nominato dal Comune, getta ombre lunghe sulle modalità gestionali e operative: si parla di “mancanza della programmazione generale dell’attività”, di un presidente che si muove “in maniera non conforme alle deleghe”, di “un’azienda il cui modello organizzativo non è adeguato alla natura e alle dimensioni”. Addirittura si scrive che “non esiste alcun regolamento aziendale” cosa che “espone l’azienda ad una gestione che potrebbe essere vittima di logiche di spartizione a sfondo soggettivo” (e su questo non avevamo dubbi). Si fa il caso delle locazioni attive “con modalità di affidamento EFFETTUATE A SENTIMENTO in funzione di parametri aleatori”. Si parla apertamente di “conflitti di interesse”. Per questo abbiamo depositato una nuova interrogazione con cui chiediamo se qualcuno tra i soci (almeno quelli pubblici) o tra gli organi deputati controlli cosa avviene sull’Altopiano con i soldi dei trentini.