Blue City: prendi i soldi e scappa?

Atlante Private Equity, blue city, trasporti romagna, Unigrains

La Blue City è un’azienda leader in Trentino nel settore del trasporto e della logistica. L’Ufficio Stampa della Giunta diffondeva ad agosto un comunicato (leggi qui) in cui si propagandava l’accordo negoziale con la Provincia che si impegnava a contribuire con 365mila euro ai nuovi investimenti in cambio di vincoli occupazionali e dell’impegno ad acquistare da aziende trentine beni e servizi per 2.500.000 euro all’anno per il periodo 2019 – 2022.

A poco più di due mesi, la società è stata venduta a Trasporti Romagna Spa, una realtà vicentina che ha sede a Malo. A peggiorare il quadro, scopriamo dal web che nel dicembre 2016 l’83% di Trasporti Romagna risulta essere stato comprato dal fondo Atlante Private Equity e dalla holding francese Unigrains.

Se dunque la logica non ci inganna, un’azienda viene prima finanziata dalla Provincia (e accresciuta nel suo intrinseco valore) per poi essere ceduta senza tanti convenevoli. Resta lo sconcerto dei dipendenti, tenuti gelosamente all’oscuro della notizia, oltrechè un insieme di perplessità che meritano di essere chiarite.


DETTAGLI DELL’INIZIATIVA

Segui l’iter dell’interrogazione dal sito della Provincia >>> cliccando qui <<<
Leggi la notizia sul sito ufficiale del Movimento 5 Stelle >>> cliccando qui <<<
Scarica il testo dell’interrogazione n. 6232/XV >>> cliccando qui <<<